Mielopatia da Spondilosi Cervicale (Stenosi del canale cervicale)

La Mielopatia da Spondilosi Cervicale è una patologia caratteristica dell’età avanzanta, infatti è dovuta ad alterazioni degenerative croniche dei dischi intervertebrali.

Descrizione

Spondilosi Cervicale 1Le alterazioni degenerative croniche dei dischi intervertebrali sono costituite da:

  1. appiattimento degli spazi intervertebrali
  2. erniazioni
  3. ostiofitosi marginale

Sintomi
I sintomi si manifestano lentamente con:

  1. tetraparesi spastica progressiva
  2. sofferenza delle vie centrali e periferiche di moto
  3. deficit radicolari e cordonali
  4. fenomeno pseudomiotonico della mano, caratteristico di questa patologia (efficiente e pronta chiusura della mano a pugno, seguita da difficoltà nell’apertura della stessa)

Spondilosi Cervicale 2Diagnosi
Oltre che sui sintomi, la diagnosi si avvale dei seguenti esami radiologici.
All’Rx e meglio ancora alla TC si nota

  1. l’appiattimento di uno o più spazi intervertebrali
  2. osteofitosi marginale, che in proiezione laterale appaiono come becchi ossei. L’osteofitosi marginale è in grado di ridurre sensibilmente il diametro del canale midollare, anche di 4-5 mm.
  3. riduzione della mobilità degli spazi intervertebrali colpiti e aumento della stessa negli spazi adiacenti, sia superiormente che inferiormente
  4. restringimento dei forami di conuigazione

All’RM si notano aree di sofferenza midollare e le eventuali modifiche del sacco durale, secondarie al restringimento del canale midollare.

Spondilosi Cervicale 3Terapia
Si interviene per via anteriore, per effettuare la discectomia, per la rimozione degli osteofiti e per l’eventuale fusione delle vertebre adiacenti.
Nel caso in cui la compressione midollare sia dovuta anche all’ipertrofia dei legamenti gialli e alla stenosi del canale midollare, si può associare al precedente trattamento, anche una laminectomia estesa con laminoplastica (ovvero si asportano le lamine posteriori che costituiscono l’arco posteriore del canale midollare e si riposizionano le lamine precedentemete asportate, fissandole in maniera tale da ampliare il canale midollare, con l’ausilio di piccolissime viti).

Spondilosi Cervicale 4

Spondilosi Cervicale 5

Microdecompressione del canale cervicale stenotico