Adenomi Ipofisari

Gli Adenomi Ipofisari sono tumori a partenza dall’ipofisi o Ghinadola Pituitaria, situata nella sella turcica dello sfenoide. Sono tumori benigni istologicamente, ovvero non danno metastasi, e sono a lento accrescimento.

Descrizione

Gli Adenomi Ipofisari sono suddivisibili in:

  • microadenomi < 1cm
  • macroadenomi >1cm
  • invasivi
  • non invasivi
  • secernenti (GH, PRL, ACTH,TSH)
  • non secernenti (FSH-LH), che danno solo sintomi compresivi
Rapporti anatomici tra chiasmsa e ipofisi, varianti anatomiche

Rapporti anatomici tra chiasmsa e ipofisi, varianti anatomiche

I sintomi:

  1. compressivi (chiasma ottico, ipotalamo)
  2. endocrini, nel caso degli adenomi secernenti, con caratteristiche che variano a seconda del tipo tipo di ormone prodotto):

Adenoma secernente Prolattina

Più frequente nella donna (con un rapporto di 4/5 sull’uomo).
I sintomi sono costituiti da galattorrea, amenorrea nella donna; impotenza e ginecomastia nell’uomo. Disturbi visivi in entrambi i sessi.

Adenoma secernente GH

Quando si manifesta nel bambino causa “Gigantismo”, ovvero il bambino avrà un alto ritmo di crescita e sarà più alto del normale.
Quando si manifesta negli adulti causa “Acromegalia”, le estremità si ispessiscono per via dell’ossificazione sottoperiostale promossa dall’ormone. Si avranno quindi:
1) mani tozze, spesse
2) macroglossia (ingrossamento della lingua)
3) piedi più grossi.
4) è caratteristica la necessità di dover cambiare gli anelli, a causa dell’ingrossamento delle dita.

Adenoma secernente GH

Adenoma secernente GH

Adenoma secernente ACHT

È al terzo posto come frequenza, causa la “Sindrome di Cushing”, caratterizzata da:
1) obesita’
2) irsutismo
3) ipertensione arteriosa
4) Alterazioni glicemiche
5) alterazioni del calcio plasmatico
6) strie rubre
7) fratture patologiche

Adenoma secernente ACHT

Adenoma secernente ACHT

Adenomi secernenti TSH

Sono rari, danno ipertiroidismo, quindi:
1) tremore
2) iperattività psicologica
3) esoftalmo
Il trattamento degli adenomi PRL-secernenti è in prima istanza medico, utilizzando farmaci come Bromocriptina o cabergolina. Se la terapia medica non ha successo si passa all’approccio chirurgico.
Gli adenomi vengono asportati con tecnica microchirurgica transfenoidale.

Adenomi secernenti TSH

Adenomi secernenti TSH